Riassunto

L’eterogeneità e l’insufficiente tracciabilità dei migranti, la molteplicità dei rischi connessi al processo migratorio e la complessità degli esiti di salute rendono le procedure convenzionali dell’analisi epidemiologica poco adatte a esplorare il fenomeno migratorio più recente. Esso s’impone all’attenzione in occasione di eventi drammatici (annegamenti nel Mediterraneo, violenze nei campi di raccolta in Libia, incidenti subiti dalle vittime del caporalato) che rappresentano, tuttavia, solo una parte dei rischi e danni alla salute di chi oggi intraprende un progetto migratorio. Il fenomeno è complesso e richiede nuovi strumenti d’indagine.

 26/11/2020      Visite