Riassunto

OBIETTIVI: indagare il ruolo di genere, età, provincia di residenza e condizione di ospite in residenza per anziani sul rischio di decesso per i soggetti residenti nella Regione Friuli Venezia Giulia (FVG) risultati positivi a COVID-19, considerando la guarigione come evento competitivo. L’obiettivo secondario è quello di descrivere l’impatto dell’epidemia di COVID-19 in FVG e nelle Regioni del Nord e Centro Italia in termini di incidenza e mortalità rapportate al dato nazionale.
DISEGNO:
studio di coorte retrospettivo.
SETTING E PARTECIPANTI:
popolazione residente in FVG nel periodo compreso tra il 29 febbraio e il 25 giugno 2020.
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME:
al fine di descrivere l’impatto dell’epidemia di COVID-19 in FVG, in termini di incidenza e mortalità rapportate al dato nazionale, sono stati calcolati i rapporti di incidenza (SIR) e mortalità (SMR) standardizzati rispetto alla popolazione italiana e i rispettivi intervalli di confidenza al 95% (IC95%) per le Regioni del Nord e Centro Italia e delle Province autonome (PA) di Trento e di Bolzano. È stato condotto uno studio di coorte retrospettivo sui soggetti residenti in FVG ai quali era stato effettuato almeno un tampone rino-orofaringeo (di seguito, denominato tampone) con esito positivo per COVID-19. Per ciascun soggetto della coorte, l’inizio del periodo di osservazione coincide con la data del prelievo del primo tampone con esito positivo, mentre la fine dell’osservazione coincide con il primo dei seguenti eventi: decesso, guarigione oppure censura; al termine del periodo di osservazione il soggetto era in vita e positivo. La causa di decesso è stata assegnata a COVID-19 se un soggetto è risultato non guarito al momento dell’evento. È stato considerato guarito il soggetto inizialmente positivo a COVID-19, che risultava negativo ad almeno due tamponi consecutivi. Il sub-hazard di decesso (SHR) è stato stimato applicando il modello di regressione a rischi competitivi di Fine e Gray, in cui l’evento d’interesse era il decesso causato da COVID-19 e l’evento competitivo era la guarigione. Le variabili esplicative inserite nei modelli multipli sono state genere, età all’inizio del periodo di osservazione, provincia di residenza e condizione di ospite in una residenza per anziani. Gli hazard specifici per causa sono stati stimati applicando il modello di regressione dei rischi proporzionali di Cox.
RISULTATI:
nel periodo di osservazione, sono stati registrati 3.305 casi e 345 decessi; SIR e SMR risultano, rispettivamente, pari a 0,64 (IC95% 0,61-0,68) e 0,43 (IC95% 0,37-0,50). Il FVG risulta la regione del Nord Italia con i valori minori di incidenza e mortalità. La coorte oggetto di studio è costituita da 3.121 soggetti residenti in FVG con almeno un tampone con esito positivo a COVID-19. Il SHR del decesso per COVID-19 è pari a 16,13 (IC95% 9,73-26,74) per i soggetti con età compresa tra 70 e 79 anni e a 35,58 (IC95% 21,77-58,15) per i soggetti di 80 anni e più rispetto ai soggetti di età <70 anni. Il SHR è più elevato nei maschi (SHR 1,71; IC95% 1,34-2,17); la condizione di ospite in una residenza per anziani non è associata a un incremento del SHR di decesso (SHR 0,91 e IC95%: 0,69-1,20). Per quanto concerne la provincia quale variabile esplicativa, il SHR nella provincia di Trieste appare sovrapponibile a quella di Pordenone, usata come riferimento; per le province di Udine e Gorizia gli SHR sembrerebbero, invece, inferiori al riferimento.
CONCLUSIONI:
mentre le altre regioni e PA del Nord Italia hanno mostrato incidenza e mortalità standardizzate più elevate rispetto all’Italia, ciò non si è verificato nel FVG e nel Veneto. In FVG, genere maschile ed età sono risultati determinanti importanti di decesso, mentre non c’è evidenza che la condizione di ospite in una residenza per anziani incrementi il sub-hazard di decesso.

 Parole chiave: COVID-19, modelli di regressione a rischi competitivi, rapporti di incidenza e mortalità standardizzati, residenze per anziani

Abstract

OBJECTIVES: to investigate the role of gender, age, province of residence, and nursing home residency on the risk of death for residents in the Friuli Venezia Giulia (FVG) Region (Northern Italy) tested positive for Covid-19, considering recovery as a competing event. The secondary objective is to describe the impact of the Covid-19 epidemic in FVG and in the Regions of Northern and Central Italy in terms of incidence and mortality compared to the national data.
DESIGN:
retrospective cohort study.
SETTING AND PARTICIPANTS:
resident population in FVG in the period between 29 February and 25 June 2020.
MAIN OUTCOME MEASURES:
in order to describe the impact of the Covid-19 outbreak in FVG, in terms of incidence and mortality compared to the national data, the standardized incidence (SIR) and mortality (SMR) ratios and their respective 95% confidence intervals (95%CI) were calculated compared to the Italian population for the northern and central Regions of Italy and the autonomous Provinces (PA) of Trento and Bolzano. A retrospective cohort study was conducted on subjects residing in FVG to whom at least one naso-oropharyngeal swab (hereafter, named swab) resulted positive for Covid-19. For each subject included in the cohort, the observation period started with the first positive swab and ended with the first of the following events: death, recovery or censored, which means that at the end of the observation period the subject was still alive and positive. The cause of death was assigned to Covid-19 if a subject had not yet recovered at the time when the event occurred. Cohort members were considered recovered after two negative consecutive swabs. The sub-hazard ratio (SHR) was estimated by applying the regression model of competing risks by Fine and Gray, in which the event of interest was the death caused by Covid-19 and the competing event was recovery. The explanatory variables included in the multiple models are: gender, age at the beginning of the observation period, the Province of residence, and nursing home residency. The cause-specific hazard was estimated using Cox proportional hazard regression.
RESULTS:
during the observation period, 3,305 cases and 345 deaths were recorded in FVG; SIR and SMR resulted, respectively, equal to 0.64 (95%CI 0.61-0.68) and 0.43 (95%CI 0.37-0.50). The FVG was the Northern Region one with the lowest incidence and mortality. The cohort consisted of 3,121 residents in FVG with at least one swab with a positive Covid-19 result during the study period. The SHR of dying for Covid-19 is equal to 16.13 (95%CI 9.73-26.74) for people with age 70-79 years and 35.58 (95%CI 21.77-58.15) with age ≥80 years respect those with age <70 years. It is higher in males (SHR 1.71; 95%CI 1.34-2.17). There is no evidence that being resident in a nursing home affects the SHR (SHR 0.91 and 95%CI 0.69-1.20). As regards the province as an explanatory variable, the sub-hazard of death in the province of Trieste appears to overlap to the sub-hazard of Pordenone used as a reference; for the provinces of Udine and Gorizia the sub-hazards seem lower than the reference.
CONCLUSIONS:
while other Northern Regions and autonomous Provinces show higher standardized incidence and mortality compared with Italy, FVG and Veneto do not. In FVG, male gender and age are important determinants of death while there is no evidence that the condition of guest in a nursing home increases the sub-hazard of death.

 Keywords: COVID-19, regression models of competing risks, standardized incidence and mortality ratios, nursing home

 11/12/2020   11/01/2021      Visite