Riassunto

OBIETTIVI: valutare i differenziali nella speranza di vita all’interno del Comune di Roma, attraverso un’analisi delle variazioni spazio-temporali nella speranza di vita alla nascita e a 65 anni dei residenti, per genere, posizione socioeconomica (PSE) e distretto sanitario, tra il 2006 e il 2017.
DISEGNO:
studio epidemiologico basato sulla costruzione delle tavole di mortalità che descrivono i tassi di mortalità specifica per età e la speranza di vita alla nascita e a 65 anni.
SETTING E PARTECIPANTI:
dal Registro nominativo delle cause di morte (ReNCaM) sono stati selezionati 329.426 decessi di residenti a Roma per il periodo dal 2006 al 2017.
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME:
è stata utilizzata la variazione nella speranza di vita per genere, per PSE, per distretto sanitario e per 4 trienni dal 2006 al 2017. Sono state analizzate le variazioni temporali nella speranza di vita e per posizione socioeconomica, utilizzando un indicatore di deprivazione di piccola area sviluppato per il Comune di Roma, e i pattern geografici della variazione dell’indicatore nei 15 distretti sanitari di Roma.
RISULTATI:
a Roma, tra il primo triennio (2006-2008) e l’ultimo (2015-2017), aumenta la speranza di vita alla nascita, con un guadagno di circa 1 anno e mezzo tra i maschi (da 78,7 a 80,4 anni) e poco meno di 1 anno tra le femmine (da 83,6 a 84,4 anni). L’incremento della speranza di vita, però, non è uniforme nella popolazione e i risultati mettono in evidenza differenze per posizione socioeconomica che aumentano nel triennio più recente, arrivando a 4 anni per i maschi e 2,2 anni per le femmine. L’analisi geografica mostra importanti differenziali nella speranza di vita tra distretti sanitari con differenze fino a circa 3 anni tra i maschi e 2,2 anni nelle femmine all’inizio del periodo in studio tra distretti del centro storico e distretti della periferia Est del Comune di Roma, che si riducono a 2,7 anni nei maschi e 2,1 anni nelle femmine nel periodo più recente.
CONCLUSIONI:
le analisi delle differenze geografiche e socioeconomiche della speranza di vita forniscono informazioni importanti per identificare le aree del Comune di Roma su cui potenziare interventi di prevenzione e le azioni da intraprendere per l’obiettivo 10 («Ridurre le disuguaglianze») dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

 Parole chiave: disuguaglianze sociali, posizione socioeconomica, speranza di vita, variabilità geografica

Abstract

OBJECTIVES: to evaluate the gap in life expectancy on the municipality of Rome, through the spatio-temporal changes in life expectancy at the birth and at 65 years old of residents in between 2006 and 2017, by gender, socioeconomic position, and health district.
DESIGN:
epidemiological study based on the construction of mortality tables describing age-specific mortality rates and life expectancy at birth and at 65 years old.
SETTING AND PARTICIPANTS:
from the Register of the Causes of Death (ReNCaM), between 2006 to 2017, 329,426 deaths of residents in Rome were selected.
MAIN OUTCOME MEASURES:
the variation in life expectancy at birth was estimated by gender, by socioeconomic position, and by health district for four triennial observation periods from 2006 to 2017. Temporal and socioeconomic position changes, through an indicator of deprivation of a small area specific for the city of Rome, and possible geographical patterns, by observing the variation in the 15 health districts, between 2006 and 2017 were observed.
RESULTS:
in Rome, between the first three-year period (2006-2008) and the last one (2015-2017), the life expectancy at birth increases, whit a gain of about 1.5 years among males (from 78.7 to 80.4 years) and just under 1 year among females (from 83.6 to 84.4 years). The increase in life expectancy, however, is not uniform in the population and the results show differences in socioeconomic position that increase in the most recent three years to 4 years for males and 2.2 years for females. The geographical analysis shows important differences in the life expectancy among health districts with differences up to about 3 years for males and 2.2 years for females at the beginning of the study period among districts in the historical centre and districts on the outskirts of the City of Rome, which are reduced to 2.7 years for males and 2.1 years for females in the most recent period.
CONCLUSIONS:
the analysis of geographical and socioeconomic differences of the life expectancy provides important information to identify the areas of the Municipality of Rome on which to strengthen prevention interventions and the actions to be taken for Objective 10 (“Reducing inequalities”) of Agenda 2030 for sustainable development.

 Keywords: socioeconomic factors, socioeconomic position, life expectancy, geographical variability

 11/02/2021      Visite