Riassunto

OBIETTIVI: coinvolgere un gruppo di medici di famiglia in un programma di prescrizione di attività motoria a pazienti con diabete di tipo 2; documentare l’attività motoria svolta dai pazienti eventualmente arruolati, le modificazioni biomediche e le eventuali modificazioni della spesa sanitaria conseguenti all’attività motoria praticata.
SETTING E PARTECIPANTI: hanno aderito al progetto 48medici di medicina generale (MMG) di Ferrara e provincia. Ai pazienti arruolati sono stati presentati i benefici che l’attività motoria abituale comporta ed è stato suggerito di camminare tutti giorni per almeno 15 minuti. E’ stato consegnato a ogni paziente un manuale di istruzioni e un contapassi. I programmi alimentari abituali non sono stati modificati.
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME: attività motoria giornaliera praticata, valori di indice di massa corporea (BMI), circonferenza addominale, pressione arteriosa minima e massima, glicemia ed emoglobina (Hb) glicosilata, colesterolemia (totale, LDL, HDL) e trigliceridemia misurati all’avvio e al termine del programma; spesa per farmaci imputata ai soggetti partecipanti nel 2008 (anno precedente l’avvio del programma) e nel 2010 (anno di chiusura del programma).
RISULTATI: dei 1.005 pazienti arruolati, 766 hanno fornito dati sull’attività motoria svolta. L’attività motoria è stata associata a miglioramenti, fino alla normalizzazione, delle 10 variabili considerate, specie nei pazienti che all’avvio presentavano valori fuori norma delle variabili stesse. I miglioramenti sono risultati più marcati nei pazienti del gruppo «1 km di cammino al giorno o oltre». La spesa sanitaria nel gruppo «1 km e oltre» ha subito un decremento proporzionale all’attività motoria svolta.
CONCLUSIONI: il programma di attività motoria domiciliare raccomandata da 48 MMG di Ferrara e provincia a 1.005 pazienti con diabete di tipo 2 è stato portato a termine da 766 dei soggetti arruolati. I miglioramenti biomedici ottenuti e la riduzione della spesa per farmaci sono in linea con quelli della letteratura. Il risultato principale è che il medico di famiglia può efficacemente prescrivere programmi di attività motoria ai suoi pazienti abituali, portatori di patologie sport-sensibili come il diabete di tipo 2.

 Parole chiave: diabete mellito, medici di famiglia, prescrizione di attività motoria

Abstract

OBJECTIVES: to involve a group of general practitioners (GPs) in a programme for prescribing physical activity (PhA) for patients with type 2 diabetes; to document, for each patient, the amount of physical activity carried out and the modifications in biomedical variables and in the medical expenses possibly occurring after the PhA programme.
SETTING AND PARTICIPANTS: 48 GPs joined the project. The beneficial effects of regular PhA on diabetes were presented to each patient enrolled. Walking daily for at least 15 minutes was suggested. A booklet with specific instructions and a step meter were given to each patient. Diet programmes were not modified.
MAIN OUTCOME MEASURES: average daily PhA; values of Body Mass Index (BMI), waist circumference, systolic and diastolic blood pressure, blood glucose and HbA1c, blood cholesterol (total, LDL, HDL) and triglycerides determined before and at the end of the programme; pharmaceutical expenses attributed to the enrolled patients in 2008 (the year preceding the PhA programme) and in 2010 (the year of end of the PhA programme).
RESULTS: of the 1,005 patients enrolled, 766 indicated their daily PhA. In all patients, and especially in those who presented values outside the norm in the variables considered at the start of the programme, improvements up to normalization were observed. A reduction in pharmaceutical expenses proportional to the PhA carried out was documented in the more active group of patients, who walked 1 km or more daily.
CONCLUSIONS: the domiciliary PhA recommended by 48 GPs for 1,005 patients with type 2 diabetes enrolled in the programme was carried out by 766 subjects. The biomedical improvements and the reduction in pharmaceutical expenses, proportional to the PhA carried out, are in keeping with other reports in the literature. The major finding of this project is that GPs can effectively prescribe PhA to their patients who suffer form sport-sensitive diseases, such as type 2 diabetes.

 Keywords: diabetes mellitus, family physicians, prescription of physical activity

 04/06/2013      Visite