Riassunto

Obiettivo: nell’ambito del progetto di ricerca Organizzazione mondiale della sanità (OMS)-Istituto superiore di sanità (ISS) «Studi di coorte nelle aree ad elevato rischio ambientale in Sicilia», si è costituito nel 2007 un gruppo di lavoro ISS-Azienda unità sanitaria locale Messina 5 (AUSL ME5) per la valutazione delle problematiche emerse durante lo svolgimento di un programma di sorveglianza sanitaria avviato nel 2003, dedicato agli ex lavoratori di un’azienda produttrice di manufatti in cemento-amianto e ai loro familiari (378 soggetti, 119 ex dipendenti e 259 familiari conviventi).
Metodi: sono stati presi in considerazione l’informazione fornita ai partecipanti sui rischi per la salute legati alla pregressa esposizione ad amianto, gli strumenti diagnostici per le patologie asbesto-correlate, le misure preventive disponibili (sospensione dell’abitudine al fumo di tabacco, sospensione dell’esposizione a polveri irritanti delle vie respiratorie, profilassi di eventuali patologie respiratorie intercorrenti). Il gruppo di lavoro ha scelto di focalizzare la sua attenzione sulle linee di sviluppo del-l’attività in corso, programmando un calendario di incontri periodici per discutere l’intera struttura dello studio in via di svolgimento e valutare le difficoltà emerse negli anni precedenti.
Risultati e conclusioni: gli autori hanno elaborato un piano operativo che potrebbe essere utile in contesti siciliani con analoghi problemi di sanità pubblica derivanti da pregresse attività produttive con amianto.
(Epidemiol Prev 2010; 34(3): 94-99)

 Parole chiave: amianto, asbestosi, esposizione professionale, indagini sanitarie, patologie professionali

Abstract

Objective: in the framework of the World Health Organization (WHO)-Istituto superiore di sanità (ISS) joint research project «Cohort studies in areas of high environmental risk in Sicily», sin-ce 2007 a working group ISS-Local Health Unit Messina 5 (AUSL ME5) assessed the issue emerged during the course of a health monitoring program launched in 2003, dedicated to former employees of an asbestos-cement factory, and their relatives (378 subjects, 119 ex employees and 259 relatives).
Methods:
communication about the health risks linked to previous exposure to asbestos, diagnostic tools for asbestos-related diseases, available preventive measures (stopping smoking tobacco, avoiding further exposure to respiratory irritants, prophylaxis of any intercurrent respiratory diseases) were focused. The working group discussed the whole structure of the activity in progress, and identified the difficulties emerged in previous years.
Results and conclusions:
the authors developed a health plan that could be useful in similar Sicilian contexts with public health problems due to past activities with asbestos.
(Epidemiol Prev 2010; 34(3): 94-99)

 Keywords: asbestos, asbestosis, occupational exposure, health surveys, occupational diseases

 08/06/2010      Visite