Riassunto

I farmaci bevacizumab e ranibizumab sono stati al centro di una  lunga vicenda giudiziaria dopo che nel febbraio 2014 l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha sanzionato Roche e Novartis, le due aziende che li avevano immessi nel mercato europeo, per aver attuato un accordo restrittivo della concorrenza.1,2 La sentenza dell’Antitrust è stata confermata nel dicembre 2014 dal Tar del Lazio e nel luglio 2019 dal Consiglio di Stato, dopo un pronunciamento della Corte di Giustizia Europea. Le due aziende dovranno pagare complessivamente una multa di 180 milioni di euro, oltre alle spese processuali. Questo accordo anti-concorrenza di Roche e Novartis è costato molto caro al Servizio sanitario nazionale (SSN).

 16/03/2020      Visite