Nelle sue considerazioni sull’invadenza della medicina preventiva, Maurizio Ponz de Leon non si riferiva ai grandi successi igienistici dell’inizio del secolo scorso nel campo della salubrità delle abitazioni e delle città, della sicurezza dell’acqua da bere, né alla prevenzione impiantistica nei luoghi di lavoro o alle leggi di tutela della salute dei lavoratori. Si riferiva all’ingerenza delle attività preventive nella professione medica, nel rapporto del medico con i suoi assistiti. Condivido questo sentire. Ho appena compiuto 65 anni e ho colto l’occasione per consultare qualche statistica sulla popolazione anziana...Accedi per continuare la lettura

 20/10/2009      Visite