Riassunto

Il primo gennaio 2010 ha segnato una svolta nel sistema nazionale ECM. È terminata ufficialmente in tale data la fase sperimentale, ricca di luci e ombre. Lo snodo è stata la decisione da parte della Commissione nazionale ECM, grazie all’accordo sancito dalla Conferenza Stato-Regioni del primo agosto 2007, di non accreditare più i singoli eventi formativi ma di accreditare direttamente i provider. In questo modo la responsabilità di assegnare i crediti ECM e di erogarli passa sulle spalle dei provider che devono avere requisiti stringenti, rispettare la nuova norma ed essere sottoposti a visite ispettive da parte dell’AGENAS, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari nazionali, la nuova casa dell’ECM, dopo il decennio ministeriale.

 10/08/2010      Visite