Ponz de Leon ritiene che il potere della medicina abbia raggiunto livelli mai conosciuti nel passato mediante il trasferimento del proprio interesse dal malato al soggetto sano per la conservazione del suo stato di salute. Le osservazioni di Ponz sono puntuali e puntualmente sostenute. Le campagne di prevenzione del rischio (obesità, diabete, malattie cardiovascolari) si rivolgono ai soggetti sani suggerendo comportamenti igienici e dietetici che teoricamente, sulla scorta di dati epidemiologici di natura statistica, potrebbero ‘significativamente’ porli al riparo dall’eventuale malattia prevista a futura memoria. Non vi è dubbio che molto sia cambiato nell’atteggiamento del malato e del sano verso la medicina: Ponz de Leon ricorda, giustamente, come sia sempre più frequente vedere soggetti sani che effettuano controlli per valutare l’esistenza o meno di prodromi di malattia...Accedi per continuare la lettura

 20/10/2009      Visite