Riassunto

Nei giorni scorsi l’Istituto superiore di sanità (ISS) ha pubblicato l’aggiornamento dello studio SENTIERI per quanto riguarda due aree particolarmente “calde”: Taranto e la cosiddetta Terra dei fuochi. Ma finora sono soprattutto i dati di mortalità, ricoveri ospedalieri e incidenza di tumori nei 55 comuni compresi nelle provincie di Napoli e Caserta ad avere suscitato la maggior parte degli commenti, a partire da quello di Roberto Saviano sulle pagine di Repubblica. Sulla serie di pareri e reazioni che si sono susseguiti l’Associazione italiana di epidemiologia (AIE) ritiene necessario intervenire con alcune precisazioni. Ecco l’intervento della presidente AIE, Paola Michelozzi.

 11/09/2014      Visite