Riassunto

In letteratura diversi studi hanno rilevato la presenza di virus enterici in campioni di acque reflue: un problema rilevante, soprattutto se si tratta di acque depurate destinate al riuso agricolo. Tra le analisi microbiologiche previste dalla normativa nazionale (D.M. 185/2003), non è contemplata la ricerca di virus enterici che potrebbero determinare una contaminazione delle colture irrigate, con potenziale trasmissione all’uomo e conseguente rischio per la salute pubblica.

 02/02/2018      Visite