Riassunto

Molti dei punti toccati da Savitz, ripresi su questa rivista da Corrado Magnani ed Emilio Gianicolo, sollecitano riflessioni su temi che, sebbene non nuovi agli epidemiologi ambientali italiani, non sono stati ancora affrontati in modo sistematico e pongono, quindi, la domanda su quanto sia utile e urgente aprire un dibattito specifico.
L’introdurre il tema degli studi epidemiologici, con le loro incertezza, in connessione con gli interventi di bonifica, mi pare un passaggio interessante e appropriato, ma non semplice e neanche breve. Per affrontarlo propongo una prima distinzione tra concettualizzazione generale e situazione specifica, declinando quanto più possibile nella situazione italiana, di sicuro maggior interesse per il lettore di E&P.

 11/12/2017      Visite