Riassunto

Nel secondo numero di E&P del 2017, Corrado Magnani commenta un intervento di Savitz, invitando gli epidemiologi ambientali italiani a confrontarsi sul fatto che gli studi epidemiologici possano, come sostiene l’epidemiologo americano, «ritardare interventi di bonifica e, paradossalmente, aumentare il livello di incertezza». Magnani sostiene che nell’esperienza di Casale Monferrato è stato molto utile affiancare le opere di bonifica con studi epidemiologici che hanno permesso avanzamenti delle conoscenze nell’epidemiologia dei mesoteliomi.

 11/12/2017      Visite