Riassunto

F Kafka scritti sul lavoro d'ufficio.jpg

Franz Kafka (1883-1924), dopo alcuni mesi di lavoro alle Assicurazioni generali, forte dei suoi studi in legge e dell’immancabile raccomandazione, nel 1908 viene assunto all’Istituto di assicurazione contro gli infortuni sul lavoro per il Regno di Boemia in Praga, dove rimane  sino al 1922 (con lunghi periodi di assenza per malattia a partire dal 1917). Una memorabile mostra parigina del 1984, «Il Novecento, il secolo di Kafka» poneva, per la prima volta, un interrogativo “kafkiano”: Kafka, assicuratore o scrittore? Secondo le sue stesse testimonianze Kafka ha dovuto vivere una vita d’ufficio mentre era scrittore per vocazione, conduceva una doppia vita, molto faticosa, nell'Istituto di giorno, dove era apprezzato dai superiori per il suo impegno, per le conoscenze giuridiche e per la cordialità, e di notte scriveva. All’interno dell’Istituto l’autore ha avuto una brillante carriera che non si spiega se non riconoscendone la dedizione e l’impegno. Da impiegato ausiliario viene promosso a segretario superiore e ciò in una struttura che generalmente precludeva l’accesso agli ebrei.

 15/09/2011   07/01/2021      Visite