Riassunto

Molti di noi vivono nella convinzione che il nostro corpo sia una macchina la cui composizione interna ed esterna dipende unicamente dai geni che la costituiscono. C’è chi è abituato a pensare che le nostre caratteristiche peculiari, quali le capacità artistiche o intellettive, ma anche i nostri punti deboli, come le malattie cardiovascolari, i tumori, i disordini psicologici e psichici, altro non fossero che tratti distintivi programmati dai nostri geni. Il tutto si sarebbe sviluppato in un’ottica passiva: ciò che siamo, ciò che diventiamo e ciò che la vita ci riserva era visto come un qualcosa di già prestabilito, una sorta di riflesso di ciò che ereditiamo dai nostri genitori.

 11/12/2017   04/01/2021      Visite