Riassunto

I notevoli cambiamenti del quadro demografico legati principalmente all’aumento della popolazione immigrata, insieme alla consapevolezza dell'inadeguatezza sia delle conoscenze sulla salute e i bisogni sanitari degli immigrati e dei migranti, sia dell’evoluzione degli strumenti di  monitoraggio epidemiologico su queste fasce di popolazioni vulnerabili, hanno generato l’esigenza di mettere in comune le conoscenze e gli   strumenti di analisi esistenti e stimolato la riflessione su come  svilupparne di nuovi. Da qui l'attivazione, avvenuta nel corso del  Convegno AIE di Primavera 2019, del gruppo di lavoro AIE «Salute degli immigrati e dei migranti, richiedenti asilo e rifugiati».

 16/03/2020      Visite