Riassunto

OBIETTIVI: valutare l’accuratezza dei ricoveri ospedalieri (tramite schede di dimissione ospedaliera – SDO) nella stima dei casi incidenti di tumore del colon retto e studiare se specifici indicatori di valutazione del percorso diagnostico-terapeutico di questo tumore vengono influenzati dalla modalità di identificazione e/o dai volumi dell’erogatore.
DISEGNO: studio osservazionale cross-sectional.
SETTING E PARTECIPANTI: casi incidenti per il triennio 2007-2009 di tumore del colon retto dal Registro tumori (RT) della ASL Milano1 e applicazione di un algoritmo alle SDO per individuare gli stessi pazienti.
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME: sensibilità e valore predittivo positivo delle SDO. Indicatori per valutare il percorso assistenziale del paziente con tumore del colon retto e valutazione del livello di concordanza per indicatore nelle basi dati SDO e RT. Ciascun indicatore è stato rapportato al volume delle prestazioni specifiche per tumore del colon retto.
RISULTATI: l’algoritmo SDO ha rivelato 2.246 casi, mentre dal RT risultavano 2.335 soggetti con tumore del colon retto. La sensibilità delle SDO era del 90,2% con il 15% dei casi discordanti. Il gruppo individuato esclusivamente nel RT e non dall’algoritmo SDO aveva sopravvivenza più bassa. Gli indicatori chirurgici avevano livelli di concordanza minori (0,64-0,69) ma il livello più alto di appropriatezza (90%); gli indicatori diagnostici e di follow-up, invece, presentavano maggiore correlazione ma valori più bassi.
CONCLUSIONE: l’algoritmo di intercettazione dei casi incidenti di tumore del colon retto applicato alle SDO non soddisfa pienamente tutti i criteri di accuratezza. Per alcuni tipi di indicatori la possibilità di utilizzare la base dati SDO, quando il RT non è disponibile, può essere uno strumento valido, seppur bisognerebbe tener conto della dimensione delle strutture sanitarie. Per altri indicatori, in cui lo stadio tumorale riveste maggior importanza, il RT rimane la migliore fonte disponibile.

 Parole chiave: indicatori sanitari, linee guida, registro tumori, tumori del colon retto

Abstract

OBJECTIVES: to assess the accuracy of hospital admissions (through hospital discharge records – SDO) in the estimation of incident cases of colorectal cancer, extracted from the cancer registry (CR) of the Local Health Unit “Milano1” and to investigate whether specific indicators to assess the diagnostic-therapeutic paths of this tumour are influenced by the data source.
DESIGN: observational cross-sectional study.
SETTING AND PARTICIPANTS: incident cases for the period 2007-2009 of colorectal cancer by CR and application of an algorithm to the SDO to identify the same patients.
MAIN OUTCOME MEASURES: sensitivity and positive predictive value of SDO data. Indicators to evaluate the diagnostic and therapeutic paths of patients with colorectal cancer and assessment of the level of concordance indicator in SDO and CR databases. Each indicator was related to the volume of specific interventions for colorectal cancer.
RESULTS: SDO database showed 2,246 cases, while from RT 2,335 subjects with the colorectal cancer resulted. The sensitivity of the SDO was 90.2%, with 15% of discordant cases. The group identified exclusively by CR had lower survival. The indicators surgery had the lowest levels of correlation (0.64 to 0.69) but the highest level of appropriateness (90%), while the indicators for diagnosis and follow-up showed greater correlation but lower values.
CONCLUSION: for some indicators, using the SDO when the CR is not available is useful, considering the volume of specific interventions for colorectal cancer. For indicators where tumour stage is important, the CR is the best data source available.

 Keywords: clinical index, guidelines, cancer registry, colorectal cancer

 21/12/2014      Visite