Riassunto

INTRODUZIONE: l’epidemia di COVID-19 ha colpito duramente l’Italia tra i Paesi europei causando un numero considerevole di decessi in tutto il Paese, soprattutto nel Nord Italia, e gravi problemi al sistema sanitario italiano, in particolare il sovraffollamento delle Unità di terapia intensiva (ICU). In letteratura è ancora aperto il dibattito sulla mortalità complessiva direttamente e indirettamente associata alla malattia, durante l’epidemia di COVID-19.
OBIETTIVI:
descrivere l’andamento temporale della mortalità in Italia durante la pandemia di COVID-19 per età, genere e aree geografiche.
DISEGNO:
analisi dell'andamento temporale della mortalità, per regione, età e genere
SETTING E PARTEICPANTI:
per le analisi sono stati presi in considerazione i dati sulla mortalità italiana rilasciati dall’Istat. I dati si riferiscono ai primi quattro mesi del 2015-2019 e al 2020, coinvolgendo 7.270 comuni, pari al 93% della popolazione italiana.
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME:
i tassi di mortalità nei primi quattro mesi del 2015-2019 e del 2020, corretti in base all’età, sono stati calcolati insieme alla variazione percentuale. I dati sono stati analizzati per genere, classe di età (<65 anni; ≥65 anni), regione e aree geografiche (Nord rispetto al Centro-Sud Italia). Le serie complessive di mortalità giornaliera sono state rappresentate come tassi per 100.000 abitanti.
RISULTATI:
oltre alla posizione geografica, la componente dell’età è stata una delle principali determinanti del modello di mortalità. Il maggiore aumento della mortalità complessiva si è messo in evidenza tra i soggetti anziani nelle regioni del Nord Italia più colpite dall’epidemia. In queste aree, anche la componente di genere ha giocato un ruolo importante nel determinare l’eccesso di mortalità: nei primi quattro mesi del 2020 si osservano tassi di mortalità più elevati per i maschi rispetto alle popolazioni femminili.
CONCLUSIONI:
questa ricerca rivela che la struttura della popolazione è un fattore importante nel determinare l’eccesso di mortalità di COVID-19. Per questa ragione, è fondamentale il monitoraggio della mortalità (complessiva e per COVID-19) per età e genere con i relativi fattori di rischio (comorbidità, esposizioni polmonari), allo scopo di orientare le politiche pubbliche verso la protezione dei gruppi di popolazione più fragili.

 Parole chiave: COVID-19, genere, mortalità

Abstract

BACKGROUND: the COVID-19 epidemic severely affected Italy among European countries causing a considerable number of deaths across the country, especially in Northern Italy, leading also to serious problems to the Italian healthcare system, in particular the overcrowding of Intensive Care Units (ICU). In literature, the debate on the overall mortality during the COVID-19 epidemic, directly and indirectly, associated with the disease, is still open.
OBJECTIVES:
to describe the time trend of the mortality in Italy during the COVID-19 pandemic accounting for age, gender, and geographical areas.
DESIGN:
analysis of mortality trend, by region, age, and gender
SETTING AND PARTICIPANTS:
the Italian mortality data, released by the Italian National Institute of Statistics (Istat), have been considered for the analyses. The data refer to the first four months of 2015-2019 and 2020, involving 7,270 municipalities, corresponding to 93% of the Italian population.
MAIN OUTCOME MEASURES:
the mortality rates in the first four months of 2015-2019 and 2020, age-adjusted, have been calculated together with the percent variation. The data were analysed by gender, age class (<65; ≥65 years), Region, and geographical areas (Northern versus Central-Southern Italy). The overall daily mortality series have been represented as rates over 100,000 resident population.
RESULTS: i
n addition to the geographical location, the age component was a major determinant of the mortality pattern. The greater increase in the overall mortality was evidenced among elderly subjects in the Northern Italian Regions most affected by the epidemic. In these areas, also gender component played an important role in determining the mortality excess: higher mortality rates in the first four months of 2020 are observed for males in comparison to female populations.
CONCLUSIONS:
this research reveals that the population components are an important issue in determining the COVID-19 mortality excess. For this reason, it is of primary importance to monitor mortality (overall and by COVID-19) by age and gender and to consider these components and the related factors (comorbidity, exposures affecting the lung) in the public prevention policies towards the protection of the most fragile population groups.

 Keywords: COVID-19, gender, mortality

 23/12/2020   15/01/2021      Visite