Riassunto

Le malattie correlate ad amianto hanno in genere un periodo di latenza lungo e questo giustifica una sorveglianza sanitaria dei lavoratori dell’amianto dopo la cessazione della loro esposizione professionale. In questo intervento si descrive il percorso di sorveglianza sanitaria degli ex-esposti ad amianto in Toscana, soffermandosi in particolare sugli aspetti organizzativi e sulle criticità. Il percorso, messo a punto da un gruppo regionale tecnico di coordinamento, è stato attivato con delibera della Giunta regionale toscana (Del. GRT 396/2016) che lo ha finanziato e previsto nell’ambito del Sistema sanitario regionale. Il percorso prevede un’assistenza sanitaria gratuita di 1° livello e una di 2° livello per approfondimenti. Si stima che i lavoratori ex-esposti che potrebbero beneficiarne siano circa 5.600, di età inferiore agli 80 anni e con uscita dal lavoro negli ultimi 30 anni. Lo stanziamento complessivo per l’intero percorso di sorveglianza sanitaria organizzato in Toscana dal 2016 al 2024 è risultato pari a 2.044.808 euro. La Regione Toscana ha scelto di offrire e garantire prestazioni omogenee su tutto il territorio regionale. Si ritiene che l’identificazione di un percorso sanitario specifico dedicato e il supporto di settori non sanitari, avviato mediante specifici accordi e protocolli d’intesa, potranno facilitare il superamento delle questioni ancora aperte, quali un più esteso richiamo attivo, la diffusione della conoscenza del servizio e la disponibilità di percorsi analoghi per gli ex-esposti che ancora lavorano lì dove hanno subito l’esposizione.

 Parole chiave: amianto, lavoratori ex-esposti, sorveglianza sanitaria

Abstract

Asbestos-related diseases are characterized by a long latency time since exposure. This accounts for a health surveillance programme addressed to asbestos workers to be performed for decades after the cessation of occupational exposure. We describe the health surveillance programme for former asbestos-exposed workers in Tuscany Region (Central Italy), with particular attention to organization and related critical issues. The Deliberation of the Regional Administration of Tuscany (No. 396/2016) supports the programme, defined by a regional group of experts, and defines the public health services where the programme has to be implemented. The programme activities are classified in two levels: a first level for a basic health evaluation and a second level for in-depth analyses. The former asbestos workers, aged less than 80 years and with cessation of occupational asbestos exposure in the last 30 years, that might be included free of charge in the programme are about 5.600. The funds assigned to develop the programme from 2016 to 2024 were 2,044,808 euros. The Regional Administration of Tuscany decided to offer and guarantee a homogeneous programme in the whole region. The identification of a specific public health programme and the cooperation of social stakeholders, defined with specific regional agreements, might facilitate to overcome the problems which are still open, such as a broaden invitation to adhere to the programme, an extended knowledge on the service, and the application of a similar health programme for still-working former asbestos workers.

 Keywords: asbestos, past occupational exposure, post-occupational health surveillance

 11/04/2018      Visite